domenica 30 settembre 2012

Torta pasqualina made in Potenza


Ciao a tutti,
ci sono delle cose che a volte mi trascino per un tempo infinito forse perché pur non volendo ammetterlo non sono proprio nelle mie corde, ma mi succede una cosa strana invece di mollare  resisto fino all’ultimo secondo e poi solo quando non ho più tempo allora decido di provarci. E così è andata con il solito contest di Menu Turistico, l’Emme Ti Challenge di settembre.  Ci pensate che, io, che sono una lucana di nascita e che con la tradizione ligura, purtroppo per me, proprio non ho nulla in comune , avrei mai potuto cimentarmi con una benedetta torta pasqualina?  Be’ io non ci avrei scommesso un soldo sulla mia partecipazione al contest e fino ad ieri sera l’intenzione era quella di mollare: inviare una mail di disdetta e via e invece oggi pomeriggio niente è stato come un tarlo dovevo provarci per forza anche io. Certo ho fatto la mia variazione nel ripieno, dovuta al fatto che non potevo per ovvi motivi procurarmi la prescinseua e allora ho optato per l’abbinamento di due ingredienti collaudati: ricotta e zucchine. Tra mille problemi e varie cose da fare contemporaneamente, sono finalmente riuscita ad infornare la torta pasqualina, ma ho fatto troppo tardi e quando mancavano solo dieci minuti alla mezzanotte  la mia torta  era ancora nel forno. Allora a malincuore ed anche un po’ con l’amaro in bocca ho inviato una mail per comunicare la mia mancata partecipazione al contest e poi sono andata a letto. Stasera mentre controllavo la mia posta elettronica ho  trovato la risposta  di Alessandra Gennaro alla mail di ieri con la quale mi diceva che se avevo voglia potevo ancora inviare la mia ricetta perché erano state già concesse delle deroghe per ritardi. Allora ho deciso di pubblicare lo stesso la mia
Torta pasqualina made in Potenza





Ingredienti:
Per la sfoglia ho usato la ricetta della Vitto:
 300 g     farina 0 manitoba
1 / 2              bicchiere di vino bianco secco
1 / 2              bicchiere di acqua
  30  g     olio e. v. o
q. b.        sale
Per il ripieno:
 200 g     zucchine
 250 g     ricotta
   30 g     parmigiano
  3   n     uova
q. b.        sale e pepe
q. b.        noce moscata
   1  n     spicchio d’aglio
q. b.        olio e. v. o
Procedimento:
Impastare 300 gr di farina “0” (meglio manitoba regge meglio quando si tira sottile) con sale, 30 gr di olio, ½ bicchiere di vino bianco secco e circa ½ bicchiere di acqua bastante per una pasta morbida (circa 150 gr di liquidi), ma non appiccicosa. Dividere in 5 palline e fare riposare coperta almeno 1 ora, meglio 2.
Intanto preparare il ripieno: tagliare le zucchine a cubetti e rosolarle in un tegame in cui è stato versato un filo d’olio. Regolare di sale e aspettare che le zucchine si raffreddino. Unire poi alle zucchine la ricotta e condire con il parmigiano e un po’ di noce moscata.
Dopo un paio d’ore stendere una pallina in una sfoglia sottile e foderare il fondo e le pareti di una teglia tonda (diametro 22-24) unta d’olio facendola un poco debordare (ungere anche il bordo della teglia altrimenti la pasta si strapperà quando si deve arrotolarla). Ungere la pasta di olio con il pennello, stendere la seconda sfoglia. Versare dentro la ricotta con le zucchine. Poi con il dorso di un cucchiaio fare 3 o 4 incavi a distanza regolare e in ognuno rompere un uovo; salare, pepare e versare un filo d’olio su ognuno. Tirare sottilmente le altre 3 sfoglie evitando che si facciano dei buchi; tirarle prima con il matterello e poi aiutarsi allargando la sfoglia con i pugni infarinati e ruotandola.



 Con questa ricetta partecipo al contest MTChallenge 
organizzato dal blog Menu turistico

21 commenti:

  1. Bravissima , la tua torta pasqualina è molto bella. Sarebbe stato veramente un peccato non poter partecipare. Un grandissimo in bocca al lupooooo!

    RispondiElimina
  2. Mi spieghi come avremmo potuto escluderti? Una mail che arriva pochi minuti prima della mezzanotte e che dice che la pasqualina ha ancora bisogno di un quarto d'ora di cottura? :-) quando dico che siete unici, ntendo fare riferimento proprio a questo spirito, così leale, così onesto e così combattivo, per cui si finisce sempre per provarci e per non arrendersi di fronte al nemico più pericoloso, vale a dire le nostre paure e le nostre insicurezze. Hai preparato una splendida pasqualina, sia dal punto di vista tecnico che da quello della fedeltà al ripieno della torta "povera": il che dimostra una sola cosa: che bisognava partecipare!
    Grazie ancora e buona domenica
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara e buona domenica anche a te

      Elimina
  3. Sembra davvero buona, mi piace soprattuytto la consistenza della pasta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pasta è fantastica, sembra una specie di pasta fillo.Ho intenzione di usarla ancora. Capisco che può spaventare l'idea di tirare le sfoglie con il matterello ma credimi il risultato vale davvero la pena. Un abbraccio

      Elimina
  4. bella e gustosa, meriterebbe un bell'assaggio, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione era semplice ma gustosa. Grazie e ti ricambio l'abbraccio

      Elimina
  5. Stupenda, io la adoro questa torta e mi piace un sacco anche il suo aspetto casalingo!

    RispondiElimina
  6. Concordo, sarebbe stato un peccato se non avessi partecipato!! E' bellissima e ti è uscita una meraviglia! Un bacione grosso, buona domenica! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ely e buona domenica anche a te

      Elimina
  7. Buonissima e perfetta! Complimenti! :) Un bacio grande e buona domenica :)

    RispondiElimina
  8. Questa pasqualina è perfetta!!! Complimenti!
    Un bacione e buona domenica!

    RispondiElimina
  9. Ti è riuscita una meraviglia,deve esere sicuramente anche molto buona!Brava davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire il vero, anche se sono leggermente di parte, è davvero buona. Grazie e a presto

      Elimina
  10. Bravissima che hai partecipato e complimenti per la tua torta pasqualina! un abbraccio e buona domenica :-) Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo perso tutte le speranze, ma Ale è stata davvero carina a concedermi una proroga. Comunque grazie e a presto

      Elimina
  11. Bellissima faccia!!!!! brava Paola.

    RispondiElimina