lunedì 30 marzo 2015

La notte e i segreti per un Danubio salato morbido e soffice

Vi è mai capitato di dedicarvi alla cura dei vostri interessi o passioni di notte o la mattina presto, quando il mondo fuori e dentro casa ancora dorme? 
A me capita per lo più di notte perché è la parte della giornata che amo di più. E’ il momento in cui riesco a rilassarmi e a concentrarmi su me stessa e sulle mie passioni. Per me non ha eguali riuscire ad assaporare la magia della notte con i suoi silenzi, il suo cielo stellato. Tutto assume una connotazione diversa e sembra essere nelle mie mani. 
Di notte adoro fare di tutto dal leggere un buon libro, all’ascoltare un po’ di musica. Chi mi conosce sa anche che è in piena notte che la mia cucina si anima, riempendosi di odori, profumi e rumori. La planetaria incomincia a funzionare a pieno regime e il forno si accende. E’ il vantaggio di vivere in una casa isolata e non in un condominio. Non pensate che io soffra d’insonnia è solo che il mio ritmo sonno - veglia è leggermente alterato. Mi piace dormire, ma se posso scegliere quando farlo preferisco andare a letto molto tardi e poi poltrire di mattina nel letto. Certo il lavoro non sempre me lo consente, ma per fortuna non ho bisogno di dormire tante ore e il problema è risolto.
Un po’ di notti fa ho deciso di provare  a modificare la mia ricetta del  Danubio salato rendendolo meno compatto, in modo  che avesse la stessa consistenza di queste stupende Brioches  di Julia Child, che avevo adocchiato da un po’ di tempo e che mi piacevano moltissimo. Avevo visto una foto e mi ero innamorata della morbidezza e sofficità. Allora ho provato ad ispirarmi alla ricetta di Tinuccia.
Il risultato è stato un Danubio salato morbido e soffice, come nessun altro. Certo occorre che siate disposti a dedicare un po’ del vostro tempo alla sua preparazione, perché, come per tutti i lievitati, più tempo lievita il vostro impasto, più otterrete un prodotto digeribile e qualitativamente più sano.
Il metodo proposto è quello della lievitazione indiretta che consiste nel fare un preimpasto con il quale poi si preparerà un secondo impasto. Io ho apportato delle piccole modifiche nella preparazione e ho cambiato leggermente le quantità di alcuni ingredienti.
Ed ecco cosa ne è venuto fuori:


Danubio salato





Ingredienti:
Per la pasta brioche:
85     g        latte
18     g        lievito di birra ( io 10 g)
5       n       uova
560   g        farina 0
70     g        zucchero ( io 45 g)
½               cucchiaino di sale ( io 10 g)
170   g        burro
Per il ripieno:
130   g        salsiccia fresca
225   g        friarielli surgelati
50     g        scamorza
q. b.            olio e. v. o.
Procedimento:
Versare nel recipiente della planetaria il latte tiepido e sciogliervi dentro il lievito di birra sbriciolato. Aggiungere un uovo e mescolare. Inserire 180 g di farina  e avviare la planetaria con la foglia per 4 – 5 minuti. Ricoprire completamente la superficie dell’impasto appena ottenuto con altri 180 g di farina e farlo riposare per 30-40 minuti.
Passato questo tempo, lo strato di farina apparirà  crepato in superficie. Versare sopra lo zucchero, le uova sbattute e 180 g di farina. Avviare la planetaria (io con il gancio) e  impastare per 20-25 minuti. Se l’impasto non si dovesse staccare dalle pareti è possibile aggiungere altri 20 g di farina. A questo punto iniziare ad inserire il burro a pomata un po’ alla volta, avendo l’accortezza di non aggiungerne dell’altro se il precedente non sarà stato completamente assorbito. Quando tutto il burro sarà terminato, aggiungere il sale e continuare ad impastare finchè l'impasto non sarà liscio, lucido ed elastico. Oleare una boole, adagiarvi dentro l’impasto, coprirla con un foglio di pellicola e far lievitare per due ore e mezza  o in frigorifero per 4 o 6 ore o al massimo tutta la notte ( io l'ho messa in frigorifero  alle ore 3.45 a. m.  e il giorno dopo l’ho tirata fuori alle ore 11.10 a. m.). Una volta tolta dal frigorifero tenere l'impasto a temperatura ambiente per un'ora ( io per due ore perché casa mia è molto fredda)
Per il ripieno:
Intanto eliminare la pelle dalla salsiccia, sbriciolarla e poi soffriggerla in una padella antiaderente. In un’altra padella cuocere in un filo d’olio i friarelli e a fine cottura unire la polpa di maiale e regolare di sale e pepe. Successivamente tagliare la scamorza a dadini e metterla in una boole.

Per la finitura:

Formare con l’impasto delle palline del peso di 30 g ciascuna, schiacciarle  con il palmo della mano e versare sopra un po’ di ripieno e un po’  di cubetti di scamorza. Prenderle in mano, richiuderle e disporle in due teglie ( mi sono venute 26 palline e le ho disposte in due teglie: una più grande e una più piccola), precedentemente oleate, a formare delle margherite. Spennellare la superficie  delle palline con un po’ di latte e tuorlo d’uovo ( io solo con il latte), coprire la teglia con un foglio di pellicola e aspettare il raddoppio. Infornare a 180° C in forno statico per 15-20 minuti o fino a quando l’impasto non sarà troppo colorato.


Provatela perché il risultato all’assaggio è fantastico! Assoporerete un impasto leggermente dolce, ma perfettamente equilibrato da un gustoso ripieno salato.   



Se poi  non vi va di preparare una torta Danubio, ma volete realizzare soltanto qualche briosche salata senza ripieno, vi consiglio di tagliarle e farcirle con prosciutto crudo, foglie di rucola, fettine di pomodorini, scagliette di grana e qualche goccia di un ottimo aceto balsamico. Sono deliziose e sono un'ottima idea per un buffet.

Un  abbraccio e a presto
Paola

12 commenti:

  1. Adoro il danubio salato e tu lo hai preparato davvero a regola d'arte!

    RispondiElimina
  2. Io invece adoro il silenzio della mattina presto, quando ancora tutti dormono, impagabile !!!!! quanto al tuo danubio salato, lo trovo semplicemente perfetto e che ripieno ricco e saporito hai scelto !!!! Complimenti paola e buona settimana

    RispondiElimina
  3. IO INVECE AL NOTTE DEVO DORMIRE ,ALTRIMENTI IL GIORNO NON FUNZIONO E CHI VA POI AL LAVORO?????DELIZIOSO IL TUO DANUBIO, GRAZIE PER I TUOI PREZIOSI CONSIGLI!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. Di notte, tutto è più magico. E direi che la tua, di notte, ha portato alla luce qualcosa di delizioso!
    Il tuo danubio è perfetto! :)
    Buon inizio di settimana Paola

    RispondiElimina
  5. Direi che la notte ti è amica e i risultati lo dimostrano..un po' ti invidio io se non dormo ogni notte almeno 7-8 ore il giorno dopo non sto in piedi :-(

    RispondiElimina
  6. è straordinario cara,bravissima!! :-))
    Bacioni a presto <3

    RispondiElimina
  7. bellissimo,grazie per la delizia

    RispondiElimina
  8. Che buono, perfetto per il pic nic di pasquetta. Si la notte ha qualcosa di magico, sarà il silenzio o non so cosa ma sembra più facile concentrarsi sui propri pensieri. Purtroppo io non ho la tua resistenza e ad un certo punto crollo. Non sarei mai riuscita a fare una cosa così bella in piena notte. Ciao!

    RispondiElimina
  9. Bravissima Paola, questo danubio è splendido, sofficioso e tanto invitante!!!!

    RispondiElimina
  10. Bellissimo questo Danubio, che bonta' farcito con friarelli e scamorza, io adoro i friarelli, uhmmm, brava Paola, un super bacio,Giusy.

    RispondiElimina
  11. Fantastico, direi che è perfetto cara Paola, questo delizioso Danubio è una vera bontà sublime, con un ripieno così goloso!
    Tanti auguri di buona Pasqua!
    Un abbraccio Laura *_*

    RispondiElimina
  12. sinceramente si, a volte mi capita di non riuscire a dormire e ne approfitto per preparare qualcosa che magari dovrò cucinare l'indomani mattina, proprio presto, magari un pranzo per amici e quindi tantissime cose da fare, oppure di sera mi capita di finire una torta, per esempio...la danubio salata io la adoro! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina