lunedì 12 maggio 2014

La crostata al cioccolato bianco e la ricetta sbagliata

Mi sono innamorata di una foto di una crostata su un libro di pasticceria e ogni volta che lo sfoglio mi  viene voglia di prepararla. Mi ero cimentata nell’opera un paio di mesi fa, qui in questo post , e anche oggi, non ho saputo resistere e l’ho rifatta. Il risultato, però, a cottura ultimata, in entrambi i casi, è venuto  completamente diverso da quello mostrato sul libro. La prima volta ho pensato di essere stata poco attenta nel riprodurla, oggi, invece, dopo aver fatto tutto così come era scritto  mi sono convinta che la ricetta sia sbagliata.
Ormai, chi mi conosce sa che sono affetta da Montersinite acuta e uno dei motivi, è che, difficilmente, le ricette del maestro Montersino disattendono i risultati. 
Insomma la ripetibilità di un suo dolce, al di là delle dosi mega o delle difficoltà nelle tecniche usate, è sempre garantito.
Ovviamente, io, in entrambe le prove, ho riaccomodato il dolce in modo da renderlo guardabile. La cosa importante è che ho anche capito cosa ci fosse di errato sul libro in questione, per cui ci sarà un terzo tentativo in cui spero di ottenere finalmente lo stesso risultato raffigurato nel libro.

Per ora accontentatevi di questa mia variante stragolosa, ma se siete a dieta non vi soffermate!

Crostata al cioccolato bianco


Ingredienti:
Per la pasta frolla:
344   g        farina 0
207   g        burro
138   g        zucchero a velo
55     g        tuorli
q. b.            semi di vaniglia in bacca
q. b.            zeste di arancia grattugiata
Per la crema al cioccolato:
200   g        cioccolato bianco
1       dl      panna fresca
40     g        zucchero semolato
Per la finitura:
50     g        mandorle macinate
150   g        cioccolato bianco
94     g        panna fresca
1       n       fragola
q. b.            foglie di menta
Procedimento:
Per preparare la pasta frolla, versare nel recipiente della planetaria lo zucchero, il burro, i semi di una bacca di vaniglia e le zeste di arance grattugiate. Amalgamare gli ingredienti senza montarli.
Aggiungere le uova e il sale.
Quando la massa sarà uniforme aggiungere la farina e far compattare l'impasto.
Versare la frolla tra due fogli di carta da forno e far riposare in frigo per almeno un paio d’ore.
Intanto spezzettare il cioccolato e porlo in una casseruola con la panna  e lo zucchero e mescolare sulla fiamma bassa  fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati. Allontanare dal fornello e aspettare che si raffreddi.  
Stendere l’impasto allo spessore di 5 mm in una teglia imburrata e ricoprire con uno strato di mandorle macinate e con la crema al cioccolato.
Infornare a 160 ° C per venti minuti.
Far raffreddare la crostata.
Riscaldare la panna e prima che arrivi a bollore, allontanare dal fornello e aggiungere il cioccolato spezzettato. Mescolare finchè il cioccolato non si sia sciolto completamente. Far raffreddare a temperatura ambiente. Prima di usarlo per decorare la crostata metterlo in frigorifero per una quindicina di minuti e poi montarlo con un frullatore con le fruste.
Versare in un sac a poche e formare dei ciuffetti con cui ricoprire la superficie della crostata. Decorare con una fragola tagliata a ventaglio e con qualche fogliolina di menta fresca.
Un bacio a tutti
Paola

15 commenti:

  1. Secondo me, chi trascrive le ricette, a volte commette degli errori...questa cosa si rileva spesso nelle traduzioni, ma assai spesso, anche nei libri di autori italiani...eppure, questi benedetti libri costano..e per fortuna che in cucina ce la caviamo, e riusciamo a rimediare...altrimenti, il rischio è quello di buttare via tutto ! L'aspetto della tua crostata è super :) felice giornata !

    RispondiElimina
  2. Grazie Mary e buona giornata anche a te

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Grazie cara, buonanotte anche a te! Un abbraccio

      Elimina
  4. Ciao Paola, avevo letto anche il post dell'altra volta ma cosa non ti è piaciuto ? Come doveva essere , non sono riuscita a capire. Viste così sembrano perfette entrambe...adesso sono curiosa. Un saluto, angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela, il problema è che in entrambe non doveva esserci lo strato di doppio cioccolato, ma io l'ho dovuto aggungere per rendere la crostata guardabile. Sai ho capito solo dopo che lo sbaglio era che non andava inserito questo strato prima di cuocere la base, ma solo dopo. Questo rendeva entrambi i dolci diversi da quello riprodotto nel libro di ricette. Grazie comunque cara del commento, un abbraccio

      Elimina
  5. Con questo post ho messo due kg solo a leggere!!!
    buonissima!
    ciao
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione cara è davvero una bomba, ma io adoro il cioccolato bianco! Un abbraccio

      Elimina
  6. A guardarla non si direbbe che questa crostata abbia un qualche difetto. Anche a me capita di provare ricette dai libri e rimanere delusa. Poi ci riprovo e resto delusa una seconda volta.
    In ogni caso complimenti, è uno spettacolo.
    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai e' che la foto del libro era completamente diversa da come appariva prima di inserire i ciuffetti di cioccolato per la copertura. Comunque grazie di essere passata qui un abbraccio

      Elimina
  7. Ciao Paola,ma dov'è l'errore??!A me sembra stupenda...*___*
    Baci cara,a presto <3

    RispondiElimina
  8. Errore????? ma tu lo hai egregiamente superato
    Viva Montersino!!!!!
    Un abbraccio
    Patrizia di Cucina con Dede

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh vai! anche tu sei affetta da Montersinite! Un bacio e grazie

      Elimina